UBC Theses and Dissertations

UBC Theses Logo

UBC Theses and Dissertations

Alcune forme di poesia dialettale sarda Saba, Mario

Abstract

In questo lavoro ho trattato alcune forme di poesia dialettale sarda quali il "muttu o muttettu," i "canti della culla," le "cantilene infantili," e i "canti funebri." Del muttu, forma caratteristica della poesia popolare sarda, al quale ho dedicato il primo cpitolo, ho analizzato per lo più quei problemi connessi con la sua struttura, forma, origine e quindi i suoi rapporti con componimenti di altre regioni italiane, e anche non italiane, portando esempi di muttus di varie parti della Sardegna per farne notare, più che il contenuto, che molto spesso in tali canti è simile, la diversità ortografica delle composizioni, diversità dovuta al gran numero di dialetti esistenti nell' isola. Nel secondo capitolo tratto invece i canti della culla e quelli della tomba. Dei canti della culla, che suddivido in ninnenanne e cantilene infantili, faccio notare il contenuto, ricco di espressioni vocative e di epiteti ispirati in gran parte alla natura: fiori, piante, frutta che offrono a questi canti, talvolta lenti e monotoni, talvolta allegri, un inesauribile repertorio. Dei canti della tomba, che in Sardegna vengono chiamati "attittidos," perchè erano spesso cantati dalle "attittadoras" o prefiche, porto soltanto esempi, interessanti e molto spesso inediti, da me raccolti in varie località dell'isola e pazientemente trascritti. L'importanza di questi canti e cantilene non è da ricercarsi nel loro valore letterario che è senz'altro minimo bensì nel loro grande valore folkloristico in quanto sono le ultime testimonianze di un folklore che pian piano ma inesorabilmente sta scomparendo.

Item Media

Item Citations and Data

License

For non-commercial purposes only, such as research, private study and education. Additional conditions apply, see Terms of Use https://open.library.ubc.ca/terms_of_use.

Usage Statistics